Contatta napoli.com con skype

Cultura
I 100 anni di Ugo Calise
di Adriano Cisternino
L'autore di 'Na voce, 'na chitarra e 'o ppoco 'e luna stato uno straordinario ambasciatore della canzone napoletana nel mondo. Concretamente influenzato dal jazz. Cant a Londra per la regina Elisabetta che gli chiese un bis. Dimenticato, o quasi. Eppure stato uno straordinario ambasciatore della canzone napoletana nel mondo.

Ugo Calise avrebbe compiuto centro anni il 6 maggio 2021. Era nato ad Oratino (Campobasso). Il padre, Aniello, medico condotto; la madre, Luisa Augier, figlia di un governatore della Martinica sbarcato a Ischia dove si innamor di una isolana. Il giovane Ugo ebbe primi contatti con la musica ascoltando da piccolo le bande di paese, ma anche in famiglia: il padre era appassionato di musica e poesia.

Studente di farmacia a Napoli, abbandon i libri a sei esami dalla laurea perch ormai la chitarra gli dava i primi soldi attraverso la posteggia nei migliori locali di Napoli.

A Ischia conobbe Romano Mussolini, rinomato pianista di jazz, col quale si esib a La Conchiglia di Forio, prima di volare negli Usa dove conobbe Count Basie . Ne scatur un'amicizia trentennale ed una definitiva formazione musicale: Ugo fu uno dei primi interpreti italiani dei canoni del jazz senza tuttavia mai tradire la tradizione napoletana.

Na voce, 'na chitarra e 'o ppoco 'e luna, il suo pi grande successo, resiste ad ogni usura ed tuttora un classico internazionale. Con questo motivo Calise rivoluzion il modo di porgere la canzone: il ritornello anteposto alla strofa. Sua anche Nun peccato che lanci un giovanissimo Peppino Di Capri, e L'ammore mio frangese e Zitto, zitto, zitto e tante altre che, con lui, fecero il giro del mondo e restano tra i classici della canzone napoletana.

Ugo era il tipico crooner, confidenziale, alla Nat King Cole, ancora pi intimo quando con gli anni la voce cominci ad arrochirsi un po'.

Da Ischia a Roma, ai tempi della dolce vita, e poi a Milano, sempre nei locali pi in voga. E quindi in giro per l'Europa, con l'inseparabile chitarra.

A Londra, invitato all'ambasciata italiana, cant per la regina Elisabetta che gli chiese anche un bis. Presenti per l'occasione anche Laurence Olivier, Vivien Leigh e Vittorio De Sica.

A Lisbona fu ospite di Amalia Rodriguez, la regina del fado. Di nuovo negli Usa, ospite fra l'altro del Perry Como show. Residenza prevalente a Roma ma Ischia sempre nel cuore, ci tornava spesso, anche perch l aveva aperto il Rangio Fellone, in quegli anni ritrovo notturno del jet set internazionale, dove si potevano ascoltare anche le voci di Fred Bongusto o Roberto Murolo, Bruno Martino, Fausto Cigliano, Nicola Arigliano, Peppino Di Capri.

Fu anche tra i promotori di Ischia jazz, appuntamento settembrino che ha ospitato negli anni jazzisti di statura internazionale.

Ugo Calise mor il 6 agosto 1994, colto da infarto su un treno per Frosinone preso per sbaglio, perch credeva di andare a Campobasso per tornare nella nata Oratino.
1/5/2021
RICERCA ARTICOLI