Calcio
Torna alla ricerca
Necessario il cannoniere dall'inizio
di Mimmo Carratelli
(da: Roma del 21.10.2021)
Niente scherzi. Contro il Legia Varsavia stasera allo Stadio Maradona, partita decisiva per gli azzurri in Europa League, deve giocare dall'inizio Osimhen. Contro lo Spartak Mosca Spalletti rinunci in partenza al nigeriano e perse il match.

Se si vuole proseguire in Europa, anche se solo l'Europa League con meno fascino e meno soldi della Champions, il Napoli deve scendere in campo col suo miglior goleador. Se dovesse rinunciarci, vorrebbe dire che la competizione non gli interessa. Tutta l'attenzione sul campionato con una suggestione scudetto.

Le indiscrezioni da Castelvolturno ipotizzano Petagna centravanti (come contro lo Spartak). Niente Osimhen. Avessi detto almeno Mertens, il cambio sarebbe risultato pi suggestivo. Il belga per sarebbe meno pronto del corazziere triestino. In ogni caso, Spalletti spiazza tutti. Si spera che non venga spiazzato dal modesto Legia. Vincendo, smanteller le nostre perplessit. Vai con Petagna e fiducia a Spalleti sino a prova contraria.

Il Napoli di tutte vittorie in campionato non ha ancora vinto in Europa League, 2-2 a Leicester, 2-3 a Fuorigrotta contro lo Spartak Mosca (azzurri in dieci per un'ora dopo l'espulsione di Mario Rui).

Ieri, a Mosca, il Leicester ha battuto lo Spartak 4-3 in rimonta (da 0-2) con quattro reti del ventitreenne zambiano Daka. Non il miglior risultato per il Napoli. Il Leicester si portato a 4 punti (6 Leicester, 3 Spartak, 1 Napoli).

Nelle due partite gi giocate, Spalletti ha schierato la migliore formazione risparmiando Osimhen e Anguissa per un tempo (il primo) contro lo Spartak, perdendo, e Osimhen ha fatto il suo, due gol a Leicester, un gol contro i russi entrando nella ripresa.

Pare che contro il Legia, stasera, Osimhen partir dalla panchina. Il Napoli pensa gi alla Roma, al big-match di domenica prossima all'Olimpico. La Roma gioca stasera in Norvegia contro il Bodoe-Glimt nel terzo turno di Conference League. Mourinho far un turn-over pi pesante (sei rincalzi).

Se il Napoli non batte stasera il Legia Varsavia allo Stadio Maradona potr salutare l'Europa, piccola o grande che sia. Pi facile il cammino della Roma nel terzo torneo europeo.

Il Legia, in fondo alla classifica del campionato polacco con tre vittorie e sei sconfitte (in bilico l'allenatore Czestaw Michniewicz, ex portiere), ha sconvolto tutti i calcoli del girone C di Europa League vincendo a Mosca (1-0, Kastrati al 91') e battendo il Leicester a Varsavia (1-0, Emreli al 31').

Era ritenuta la squadra pi debole del girone. stata la sorpresa. Ora si gioca il suo destino europeo contro il Napoli: stasera l'andata, il 4 novembre in Polonia. Dovesse cavarsela, la sorpresa sarebbe doppia.

Passa agli ottavi di finale solo la prima di ogni girone, le seconde spareggiano con le terze della Champions. Se il Napoli vuole andare agli ottavi deve fare bottino pieno nelle due partite contro il Legia.

Vedremo come si mette stasera. Il Legia arriva senza i suoi tifosi. Incidenti l'altra volta a Napoli, prima della partita di Europa League del 10 dicembre 2015: guerriglia urbana, scontri con la polizia e gli ultras del Napoli, 14 feriti, sette polacchi arrestati e con loro quattro ultras bulgari, arrestati anche sette napoletani. Il Napoli di Sarri vinse 5-2 (Chalobah, Insigne, Callejon e doppietta di Mertens). Aveva vinto anche a Varsavia 2-0 (Mertens e Higuain).

Quel Napoli vinse largamente il girone, ma fu eliminato ai sedicesimi dal Villarreal.
Il Legia (3-5-1-1) far una partita difensiva sperando nel contropiede. Cos ha intascato sinora sei punti. In attacco, il minuscolo portoghese Josu sostiene la punta Emreli, 1,88, dell'Azerbaigian. Diga di centrocampo con lo svedese Johansson, Slisz, l'ucraino Kharatin, il portoghese Andr Martins e il serbo Mladenovic. In porta, Miszta (1,93) preferito all'anziano Boruc, 41 anni, ex Fiorentina.

possibile che nel corso della partita rivedremo Mertens, gran protagonista nell'azione del gol al Torino e che ha segnato tre reti al Legia sei anni fa. Il belga dovr essere pronto per il mese di gennaio quando mancher Osimhen impegnato nella Coppa d'Africa. Ha gi giocato due finali di partita in campionato. Spalletti vorr proporlo pi spesso in vista dell'emergenza di inizio anno.

Vedremo Lozano a destra, per una partenza-sprint, e Insigne a sinistra. Mancando Mario Rui, squalificato, giocherebbe Zanoli (a destra), piuttosto che Juan Jesus, con Di Lorenzo dirottato a sinistra. A centrocampo non ci sar Zielinski, infortunato. Ci sarebbe Demme al posto di Fabian Ruiz. Difficile rinunciare ad Anguissa. Elmas completerebbe la linea mediana.

La difesa polacca imbattuta in Europa, ma bucherellata in campionato (13 gol incassati in nove partite). Il Napoli dovrebbe avere buon gioco. Vorr risolvere la contesa al pi presto per richiamare in panchina gli azzurri pi importanti in vista della trasferta romana.

Sono annunciati quattro innesti: Meret, Zanoli, Elmas, Lozano. Non turno-over, dice Spalletti, sono tutti titolari. Qualcuno per pi titolare degli altri. Perci stasera vada in campo il miglior Napoli possibile senza pensare gi al match di domenica a Roma contro i prodi di Mourinho.

21/10/2021
RICERCA ARTICOLI